La Sede - Associazione Nazionale Carabinieri sezione di Caravaggio

Vai ai contenuti

Menu principale:

La Sede

SEZIONE ANC
 

Nel 1958 un gruppo di carabinieri in congedo, si riuniva in una saletta del bar Torre messa a disposizione da uno dei fondatori, sotto la direzione dell'eletto commissario straordinario Lunghi Mario, vennero espletate tutte le pratiche necessarie e da qui iniziò il cammino della nostra sezione.

Nel 1962
fu eletto il primo Presidente, l'appuntato Pacchiarotti e si sa che l'inizio è sempre il più difficile, ma con la sua cordialità, con grande determinazione e con la collaborazione del vice presidente Nozzolino riuscì ad avere la simpatia di tutti gli iscritti, dando inizio alla crescita della sezione.

Nel 1964
con il congedo del primo scaglione dei carabinieri ausiliari, la sezione incominciò a crescere nel numero degli iscritti, al punto che l'amministrazione comunale, nell'anno 1981 ci assegnò un locale per avere una sede propria.

Nel 1981
fu eletto il secondo presidente, il brigadiere Ladislao, un presidente con uno spiccato senso dell'ordine e del rispetto delle regole, con un impegno costante per la prosecuzione del buon andamento della sezione iniziata dal presidente precedente.

Grande fu la collaborazione avuta dall'allora vice presidente, il compianto Nozzolino con il quale si adoperava nell'organizzazione delle attività di gruppo, vedi gare podistiche, squadra di calcio e varie gite.

Tra le opere di maggior rilievo del presidente Ladislao é la realizzazione del monumento a Salvo d'Acquisto, monumento tuttora in bella mostra nella piazzetta in via Mazzini con lato alla caserma dei Carabinieri.

L'attività della sezione era la partecipazione alle varie cerimonie delle ricorrenze storiche.

Nel 1991
fu eletto presidente il maresciallo Pulcrano, tuttora presidente onorario, un presidente dalle grandi capacitá mediatiche e con innate doti di simpatia, che con la collaborazione del vice presidente Valtolina, ha dato un ulteriore impulso alla crescita della sezione, con l'ingresso di nuovi ausiliari congedati, dei molti famigliari degli iscritti e di molti cittadini simpatizzanti dell'arma, hanno pensato di dare uno scopo alla nostra sezione formando il gruppo volontari.

Quali potevano essere i servizi congeniali ai carabinieri in congedo? Sicuramente quelli di volontariato, i quali si sono distinti, coordinati dal responsabile del gruppo vice presidente Valtolina e consigliere Giovanetti, in collaborazione con l'arma dei carabinieri e della polizia locale, alla ricerca. di persone scomparse, all'aiuto alla popolazione in occasione dell'alluvione a S. Zenone Po, alla ristrutturazione della sede in via Monte di Pietà, manifestazioni sia sportive che culturali e religiose, con un'assidua presenza nel nostro santuario.

Nel 2006
viene eletto presidente il carabiniere effettivo Cecchini, il quale nell'ancora suo breve mandato, si è operato per ampliare i servizi di volontariato anche davanti alle scuole, grazie ai cosiddetti nonni civici iscritti alla sezione che con grande impegno si prestano per dare sicurezza ai bambini sia all'entrata che all'uscita dalle scuole. In questo nostro servizio, la maggior soddisfazione è vedere i bambini che ci sorridono, gli adulti che ci salutano; ecco questo è il miglior riconoscimento al nostro impegno.

Numerose altre attività di volontariato sono state svolte (e ancora oggi vengono svolte) dai volontari dell'Associazione. La loro presenza è rilevabile in manifestazioni locali e non, quali funzioni religiose, feste di paese, mercato cittadino, eventi sportivi di diverso livello agonistico, gare podistiche e gare ciclistiche, presenziando anche ad eventi di rilievo nazionale come il Giro d'Italia. Presenza forte anche durante il tragico evento che ha colpito l'Abruzzo, dove la nostra sezione è stata presente per 6 volte prestando aiuto in qualità di protezione civile.

Nel 2008
, su richiesta dell'Assessore alla sicurezza del Comune di Vailate, Silvano Vecchio, carabiniere in congedo, si è creato un gruppo di volontari di fatto presso lo stesso Comune stipulando una convenzione con la ANC di Caravaggio ed il Comune di Vailate, come supporto per manifestazioni cattoliche, comunali e "nonno civico".

Sempre nello stesso anno, nel mese di Maggio, con sforzi non indifferenti, si riesce a realizzare la manifestazione per il 50° Anniversario di fondazione dell'ANC di Caravaggio. Nell'occasione si è anche inaugurato il cippo al carabiniere (realizzato dal nostro iscritto Rossetti Agostino e stampo fuso da Assanelli Angelo), installato adiacentemente alla sezione stessa presso la stazione ferroviaria.

Nel 2009
, su richiesta del Comune di Mozzanica e degli iscritti alla nostra sezione residenti nel Comune stesso, ha avuto luogo la manifestazione con relativa posa e inaugurazione del Cippo e dei giardini in onore ai Caduti di Nassiriya. L'evento che ha visto la partecipazione di Autorità, civili e militari, di rilievo e popolazione, è stato molto apprezzato ed ha avuto rilievo regionale.

Nel 2010
, con determina del Presidente Nazionale, è stata costituita la "Sottosezione di Mozzanica" il cui fiduciario è in nome del socio effettivo Sergio Colpani.

Nel 2011
, in occasione del 150° Anniversario dell'Unità d'Italia, vengono realizzate piastrelle in ceramica raffiguranti loghi e simboli dell'ANC e del 150° Anniversario dell'Unità D'Italia, da distribuire alle scuole del paese,cercando di indirizzare i ragazzi ad uno spirito di unità e amore di Patria.

Nel 2011
, allo scadere del mandato quinquennale delle cariche sociali, avvengono le nuove elezioni e viene riconfermato sia il Consiglio di Sezione che il Presidente Sergio Cecchini.

Nel 2012
, con grande sacrificio e impegno da parte di tutti i volontari e dai vertici della sezione, si riesce a fondare il Nucleo di Volontariato e Protezione Civile ANC con delibera della Presidenza Nazionale ANC.

Nel 2013
, il Nucleo diventava ONLUS e veniva regolarmente iscritto al Dipartimento e Autorizzata all'attività di Protezione Civile con un proprio numero identificavo nazionale ANC "84". Per dare impronta autorevole e incisiva, il consiglio eleggeva quale nuovo presidente della Protezione Civile ANC Caravaggio, il M.A.s.U.P.S. Mario VICINELLI e nel giro di ochi mesi il gruppo si elevò a oltre 60 volontari. Le attività di Protezione Civile sono quelle previste dal Dipartimento Nazionale, Regione Lombardia, Provincia di Bergamo e dal Sindaco di caravaggio.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu